In autunno, stagione in cui la natura cambia e inizia a spogliarsi di ciò che non serve più, anche noi esseri umani facciamo dei cambiamenti.
Spesso non ce ne accorgiamo ma l’autunno è la fase dell’anno in cui si elimina quello che non serve.
La perdita di capelli è uno dei segnali che ci mostra che stiamo lasciando andare ciò che non ci serve più, affligge sia uomini che donne ed è sinonimo di cambiamento che ci vede coinvolti nel passaggio da una stagione all’altra. 
Anche se in termini pratici è impossibile stimare un valore preciso, il ricambio che avviene durante la giornata è da considerarsi normale quando la caduta si aggira intorno ai 50-60 capelli.
In condizioni normali, un capello cade quando il follicolo ha iniziato a produrre un nuovo capello e quest’ultimo è pronto a sostituirlo. Pertanto, la quantità di capelli che compongono la capigliatura è generalmente stabile.


Certamente esiste un fattore fisiologico di “ricambio” naturale tra una stagione e l’altra in cui anche il cuoio capelluto, così come la pelle del corpo, effettua una pulizia dal vecchio per lasciare spazio al nuovo.


Da cosa dipende quindi la caduta dei capelli?

  • Alimentazione scorretta, povera di nutrienti
  • Lo stress
  • Il fumo
  • Fattori ormonali
  • L’uso di prodotti per capelli chimici troppo aggressivi
  • Eccessiva esposizione al sole nei mesi estivi
  • Eccesso di scorie a carico degli organi escretori, come reni e fegato, proprio quando sono presenti tossine in eccesso all’interno del corpo, l’organismo tende ad eliminarle nelle stagioni di passaggio, l’autunno e la primavera anche se la caduta dei capelli è più tipica del periodo autunnale. 

Come sempre Madre Natura sa fornirci preziosi rimedi che possono aiutarci a sostenere l’organismo nella fase di disintossicazione e caduta dei capelli.

Si possono utilizzare rimedi per uso interno a base di integratori naturali o preparati erboristici per uso esterno da applicare direttamente sul cuoio capelluto.

Consigli per capelli sani e forti

  1. Equiseto, pianta molto comune in Italia, è fra le più ricche di Sali minerali, soprattutto di silicio, che nutrono in profondità capelli, unghie ed ossa. Nei capelli l’equiseto ne previene e ne rallenta la caduta aiutando la loro crescita
  2. Lo zinco è un minerale molto importante per il nostro organismo, uno dei segnali della sua carenza è proprio la perdita di capelli e il loro indebolimento.
  3. Gli oli essenziali di lavanda e rosmarino sfiammano il cuoio capelluto e aiutano a stimolare il bulbo pilifero e la crescita dei capelli. Da usare in olio di jojoba o cocco
  4. Per contrastare la caduta dei capelli possiamo introdurre nella nostra dieta l’uso del miglio, cereale oggi poco usato. Contiene AB e acido folico, ma anche ferro, calcio, fluoro, potassio, magnesio, zinco, silicio e aminoacidi
  5. Non usare prodotti aggressivi che indeboliscono i capelli, come tinte, shampoo contenenti schiumogeni, lacche, gel e invece fare degli impacchi nutrienti con oli vegetali tra cui l’olio di cocco naturalmente ricco di vitamina E, importante per la salute della chioma, rendendola più luminosa e vitale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *