Allergia cause sintomi e cure

Per la maggioranza delle persone, l’inizio della primavera è un momento meraviglioso.
La campagna scoppia di vita, il sole splende e il mondo sembra un luogo più felice dopo i mesi freddi e bui dell’inverno.
Purtroppo, per alcune persone, la primavera porta anche una grande varietà di problemi perché è la stagione delle allergie. 

L’allergia è una reazione del sistema immunitario verso sostanze innocue, come ad esempio i pollini.
Le sostanze che possono causare un’allergia sono chiamate allergeni.
Gli allergici producono un tipo di anticorpi, le immunoglobuline E (IgE), che interagiscono in modo specifico con l’allergene. L’interazione tra le IgE e gli allergeni innesca la reazione allergica, con liberazione di mediatori, in primis l’istamina, responsabili dell’insorgenza dei sintomi.
L’allergia è specifica verso un determinato allergene. Un soggetto allergico può essere allergico a uno o più allergeni.
 

Quali sono le cause dell’allergia? 

Fattori di rischio per sviluppare un’allergia sono la predisposizione familiare e l’esposizione nel corso della vita a sostanze allergizzanti.
I figli di genitori allergici hanno una maggiore probabilità di sviluppare un’allergia e la probabilità aumenta se lo sono entrambi i genitori.
Anche l’esposizione a sostanze irritanti quali il fumo di sigaretta e gli agenti inquinanti possono favorire la sensibilizzazione allergica. 

L’esposizione all’allergene può avvenire per via inalatoria (come ad esempio nel caso dell’allergia ai pollini), per ingestione (alimenti), per via iniettiva o per contatto con la cute o con le mucose. 

Quali sono i sintomi dell’allergia? 

I sintomi tipici dell’allergia sono: rinite (prurito, ostruzione nasale, starnuti, rinorrea), asma (tosse, difficoltà respiratoria), congiuntivite (prurito e lacrimazione), sintomi a carico della cute (prurito, eritema, orticaria, angioedema ed eczema), sintomi gastrointestinali (prurito al cavo orale, vomito, diarrea, dolori addominali), edema della glottide e shock anafilattico (ipotensione, malessere, perdita di conoscenza). 

I diversi tipi di allergie

Allergia respiratoria L’allergia respiratoria è causata da allergeni inalanti: diversi tipi di polline, epiteli di animali, acari della polvere di casa, micofiti e si manifesta con congiuntivite, rinite, tosse, asma bronchiale

Allergia alimentare Il sintomo iniziale di un’allergia alimentare è spesso il prurito immediato alle labbra e al cavo orale, che a volte può essere seguito da sintomi gastrointestinali, respiratori e cutanei e, nei casi più gravi, da edema della glottide e shock anafilattico.
L’allergia alimentare nel lattante e nel bambino è più spesso causata dalle proteine del latte vaccino, mentre nell’adulto, in particolare negli allergici ai pollini, è più comune l’allergia ad alcuni frutti e verdure per cross-reazione tra allergeni presenti in alcuni pollini e in alcuni alimenti di origine vegetale. 

Allergia a farmaci I farmaci che più spesso causano reazioni avverse di tipo allergico sono gli antibiotici e gli antiinfiammatori. I sintomi più frequenti sono a carico della cute, in particolare orticaria e angioedema, ma le reazioni possono interessare anche altri organi e apparati, talora con particolare gravità. 

Allergia al veleno di imenotteri
La puntura di ape, vespa e calabrone nei soggetti allergici può causare sintomi locali, anche estesi, nella sede della puntura, ma in alcun i casi si possono avere sintomi generali come lo shock anafilattico, pericoloso per la vita. 

Dermatite atopica Detta anche eczema costituzionale, può insorgere fin dai primi mesi di vita in alcune zone cutanee tipiche (in sede periorale, periorbitaria, ai gomiti e alle ginocchia).
Nel bambino può essere associata a un’allergia alimentare.

Dermatite allergica da contatto È una dermatite eczematosa (eritema, vescicole e desquamazione) che si manifesta diverse ore dopo il contatto con alcune sostanze chimiche, come ad esempio il nichel solfato.

Alcuni consigli per alleviare i sintomi dell’allergia

Se avete regolarmente bisogno di combattere i sintomi dell’allergia come il naso che cola, la congestione del setto nasale, gli occhi arrossati, la pelle irritata, ecc., potreste provare a cercare alcuni metodi naturali per controllare le allergie. Ecco alcuni consigli: 

1. Rafforzare il sistema immunitario 
Quando il sistema immunitario è debole può essere maggiormente esposto e vulnerabile alle allergie. Il sistema immunitario può indebolirsi quando si è sottoposti a stress o a forte pressione. Con questo in mente, dovete fare tutto il possibile per mangiare e dormire bene e prendervi generalmente cura di voi stessi. 

2. Eliminare lo zucchero 
Lo zucchero è altamente acido e forma del muco, e questo incoraggia le allergie.
Eliminate lo zucchero per alcune settimane e ne raccoglierete i benefici in molti modi. 

3. Probiotici
I giusti probiotici favoriscono l’equilibrio della flora batterica intestinale e di conseguenza le difese immunitarie. 

4. Disintossicazione 
Il fegato è il centro del corpo quando si tratta di sistema immunitario, di irritazioni e allergie, quindi è importante trattarlo bene.
Il fegato rimuove molte tossine importanti e migliora dunque il modo di gestire le allergie. Fate un favore al vostro fegato ed eliminate l’alcol, il fumo, la caffeina e lo zucchero.
Mangiare e bere sano e aumentare gli antiossidanti e le vitamine nella vostra dieta vi aiuterà a ridurre l’infiammazione del fegato e ad aumentare l’immunità. 

5. Eliminare gli alimenti che possono irritare 
Allo stesso modo, se sapete che ci sono determinati elementi scatenanti per le vostre allergie, allora vale la pena di considerare di evitare i gruppi alimentari simili.
Se siete soggetti alla febbre da fieno ad esempio, significa che avrete una reazione ai cibi come il grano. Vale la pena provare a escludere latte e grano dalla vostra dieta per alcune settimane per vedere se questo vi aiuta. 

6. Antistaminici naturali 
Gli antistaminici naturali abbondano in natura.
Il principe per aiutare a combattere le allergie è il ribes nigrum, la vitamina C può aiutare con i sintomi dell’allergia, la curcuma è un anti-infiammatorio naturale che può fornire sollievo e il manganese oligoelemento è l’elemento specifico in questi casi.  

7. Bere tè verde 
Il tè verde contiene una sostanza che blocca la produzione di istamina e riduce i sintomi di allergia. Bevete quotidianamente due o tre tazze di tè verde per ottenere i migliori risultati. 

8. Mangiare cibo piccante 
Avete mai notato che quando state mangiando un curry caldo o un piatto speziato il vostro naso comincia a colare? Questo perché il cibo fortemente speziato aiuta a ridurre il muco. Mangiare cibo piccante vi aiuterà dunque a liberare qualsiasi congestione abbiate a causa dell’allergia. 

9. Olio di eucalipto 
Probabilmente avrete già usato l’eucalipto quando avete avuto un raffreddore in passato. Operando dallo stesso punto di partenza, l’eucalipto può essere molto utile per migliorare i sintomi dell’allergia.
L’olio essenziale messo in un diffusore vicino a dove lavorate o dormite o da inalare in un fazzoletto, contribuisce a ridurre l’infiammazione. L’eucalipto è anche utile a chi soffre di asma.

Un abbraccio,
Nirvana

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *